cemur87


Vai ai contenuti

OSTEOPOROSI



AMBULATORIO DELLE MALATTIE METABOLICHE DELL'OSSO


(Per la cura dell'OSTEOPOROSI e del morbo di PAGET)



DR. DI STEFANO MARCO


SPECIALISTA IN : ENDOCRINOLOGIA E MALATTIE DEL RICAMBIO RADIODIAGNOSTICA

DIRIGENTE MEDICO I° LIVELLO S.C. GERIATRIA E MALATTIE METABOLICHE DELL'OSSO ( PROF. ISAIA)

Città della Salute e della Scienza di TORINO (SEDE MOLINETTE)

L'OSTEOPOROSI è una malattia sistematica dello scheletro caratterizzata da una ridotta massa ossea e da alterazioni qualitative (macro e microarchitettura, proprietà materiali) che si accompagnano ad aumento del rischio di fratture, anche per minimi traumi. L'osteoporosi è stata paragonata ad una moderna epidemia che colpisce moltissime persone, soprattutto le donne in menopausa, e che si manifesta con importanti disturbi e limitazioni funzionali solo dopo la comparsa delle sue complicanze. La presenza di precedenti fratture da osteoporosi, il trattamento farmacologico cronico con cortisonici ed una bassa massa ossea vengono riconosciuti correntemente come i più importanti fattori di rischio di frattura. L'osteoporosi è del tutto priva di specifica sintomatologia; per questo motivo è stata definita "la malattia silenziosa" in quanto la massa ossea può ridursi progressivamente, fino a valori molto bassi, senza che si manifesti alcuna sintomatologia dolorosa, né alcuna modificazione evidente dello scheletro.
La presenza delle fratture rappresenta il vero e sostanziale problema del paziente osteoporotico: l'insorgenza delle fratture, sempre più frequenti a causa dell'invecchiamento della popolazione rappresenta un evento talora drammatico e di per sé critico, in quanto non di rado momento iniziale di un rapido declino psico-fisico del paziente.


Il MORBO DI PAGET è la seconda malattia metabolica ossea più frequente dopo l'osteoporosi. Colpisce sia gli uomini che le donne, con una leggera predominanza nel sesso maschile. La malattia è caratterizzata da un elevatissimo rimaneggiamento osseo focale; protratto nel tempo questo processo si traduce in un allargamento, indebolimento, deformità, aumento rischio di fratture e dolore a carico del segmento osseo interessato.
Il morbo di paget può essere altamente invalidante ed è associato ad un'aumentata morbilità legata a dolori ossei, fratture, sordità e un aumentato rischio di osteoartrosi nell'articolazione adiacente all'osso affetto.
La causa della malattia rimane in buona parte sconosciuta, anche se sono oggi disponibili trattamenti farmacologici sicuramente molto efficaci.



Torna ai contenuti | Torna al menu